À travers Paris – guida alternativa all’uso della città

Come tutte le città, anche Parigi è oggetto di un’idealizzazione da cartolina. L’immaginario collettivo si focalizza su precise caratteristiche che finiscono per totalizzarne l’essenza, a scapito della varietà di ambiances che si respirano, di preziosi dettagli che si nascondono dietro i grandi punti di raccolta del turismo inconsapevole. L’unico antidoto a questa visione è perdersi, rendersi permeabili, attraversare e farsi attraversare, alla ricerca di un’anima plurale, inattesa.             
La guida alternativa prende spunto da un’esperienza di attraversamento di Parigi, durata dieci giorni, che ha assunto le connotazioni di una deriva in solitaria, un cammino dettato soprattutto dall’occasione momentanea, dall’esigenza della scoperta, sicuramente dalla casualità e dall’impulso. La condizione di attraversamento veloce – ma non distratto – è stata la chiave per interiorizzare la città, per tracciare una cartina psicogeografica in grado di reinterpretare la topografia tradizionale secondo ritmi e percezioni personali.        

Leggi tutto “À travers Paris – guida alternativa all’uso della città”